Ora è una leggenda!

Ora è una leggenda!

Il Gran Premio di Turchia di F1 2020 è stato completato con tutto l'entusiasmo di oggi. Ci sono state molte sorprese in gara, che hanno visto grandi emozioni dai tour pratici ai tour di qualificazione. Mentre le cose sono cambiate in ogni gara, l'unica cosa che non è cambiata è stata che Lewis Hamilton ha vinto la gara ed è diventato il settimo campione del mondo. Così, Hamilton si è fatto ancora una volta un nome nella storia, legando il record del pilota di Michael Schumacher più vincitore del campionato. Sebbene il pilota britannico non abbia perso il campionato piloti negli ultimi quattro anni, il team Mercedes-AMG PETRONAS F1 ha ottenuto un successo difficile da raggiungere, raggiungendo il settimo titolo costruttori consecutivo. Mentre ci sono stati momenti molto emozionanti alla fine della gara, Istanbul Park è stata ancora una volta la patria di errori drammatici e vittorie storiche.

 

Ora è una leggenda!

Se entriamo nei dettagli della gara, le cattive condizioni meteorologiche che hanno causato difficoltà ai piloti in pista per tutto il weekend sono proseguite nel giorno della gara. La pioggia torrenziale, particolarmente efficace fino all'inizio della gara, ha fatto pensare a possibili ritardi nella partenza della gara. Tuttavia, quando la pioggia è cessata al momento della gara, i funzionari della FIA hanno approvato l'inizio della gara e la gara è iniziata senza intoppi. A causa della quantità di acqua e della scivolosità della pista, tutto si è confuso nella prima curva. Ocon e Bottas sono stati buttati fuori pista in questo incidente in cui erano coinvolti il ​​trio di Daniel Ricciardo, Esteban Ocon e Valtteri Bottas. Nonostante i due nomi continuassero a correre, questa situazione ha portato Bottas a rimanere lontano dalla prestazione che si aspettava. Finendo al quattordicesimo posto, il pilota finlandese ha persino voluto che la gara finisse il prima possibile, in una conversazione radio con il suo team verso la fine della gara. I piloti Ferrari Charles Leclerc e Sebastian Vettel sono partiti bene, contrariamente alle aspettative, superando le loro scarse prestazioni nei turni di qualificazione.

 

Ora è una leggenda!

Man mano che la corsa verso le sezioni centrali è diventata più ordinata, i piloti di Racing Point Lance Stroll e Sergio Perez hanno condotto una sezione della gara avanti, ma hanno perso slancio quando la pista ha iniziato ad asciugarsi. Nonostante Sergio Perez abbia gestito bene questa situazione, Lance Stroll, partito dalla pole position, è rimasto deluso finendo al nono posto. Max Verstappen, che ha iniziato la gara forte e ha preso il controllo in una parte, è stato vittima dei testacoda nei momenti critici. Con la pista che si asciugava, il pilota della Mercedes Lewis Hamilton è riuscito a trarne vantaggio. Il pilota britannico ha mostrato una prestazione straordinaria in gara partendo al sesto posto dopo un giro di qualifica da incubo e terminando la gara da leader. Essendo riuscito a proteggere le sue gomme per più di 40 giri, Hamilton non ha obbedito alle istruzioni del pit stop della sua squadra e ha concluso la gara con le stesse gomme nell'ultimo giro. Mentre Hamilton stava sperimentando questi, l'ultimo giro è stato piuttosto drammatico per i piloti Ferrari Vettel e Leclerc. Leclerc, che ha improvvisamente superato Vettel e Perez con le sue mosse nell'ultimo giro, è stato molto vicino a finire la gara sul secondo podio. Tuttavia, il blocco del freno che ha sperimentato nell'ultima curva lo ha buttato giù dal podio. Così, Sergio Perez è arrivato secondo e ha avuto la prima possibilità di salire sul podio dopo il Gran Premio di Baku 2018. Infine, Sebastian Vettel è stato terzo ed è stato l'ultimo pilota a salire sul podio al Gran Premio di Turchia 2020.

Commenti

  1. Diventa il primo a commentare..

Commento